Finlombarda: credito PPP

Finlombarda mette a disposizione delle imprese 200 milioni di euro per finanziamenti volti a sostenere la realizzazione di opere attraverso il ricorso al partenariato pubblico privato.

Importante | Suggerimento n.114/6 del 1 marzo 2018


Il Bollettino Ufficiale di Regione Lombardia del 21 febbraio 2018 n. 8, Serie Avvisi e Concorsi, pubblica l’Avviso di Finlombarda per la presentazione di richieste di finanziamento relative alla linea di credito denominata “Credito PPP”.

Finlombarda dà attuazione alla D.G.R. 12 dicembre 2013 n. X/1091, con la quale Regione Lombardia ha individuato, tra le direttrici d’intervento per il rilancio degli investimenti degli Enti Locali lombardi, il ricorso al partenariato pubblico privato con il supporto di risorse finanziarie proprie di Finlombarda in cofinanziamento con il sistema bancario.

Viene, pertanto, messo a disposizione un Plafond di risorse finanziarie dedicato al finanziamento degli investimenti per la realizzazione di opere e servizi pubblici o di pubblica utilità, sostenuti dai soggetti aggiudicatari di Concessioni e Contratti di PPP.

Le risorse messe a disposizione ammontano a 200 milioni di euro a valere in parte su una provvista BEI.

L’iniziativa Credito PPP si suddivide in tre modalità:

1. finanziamento diretto, da parte di Finlombarda e degli Istituti di credito, tramite Operazioni in pool, ai soggetti aggiudicatari di Concessioni e Contratti di PPP ad esclusione dei contratti di locazione finanziaria;

2. finanziamento diretto, soltanto da parte di Finlombarda, ai soggetti aggiudicatari di contratti di cui al precedente punto a), qualora gli Istituti di credito decidano di non prenderne parte;

3. finanziamento indiretto, da parte di Finlombarda, ai soggetti aggiudicatari di contratti di locazione finanziaria, tramite provvista finanziaria al soggetto finanziatore dell’ATI aggiudicatari

Le modalità di finanziamento di cui alla lett. b) e c) saranno attivate con un ulteriore comunicazione integrativa da parte di Finlombarda.

Destinatarie dell’iniziativa sono le imprese aggiudicatarie in via definitiva di Concessioni o Contratti di PPP di cui al Codice dei contratti pubblici (D.Lgs. n. 50/2016) ed in particolare:

a) concessione di lavori e concessione di servizi ex 3, c.1, lett. uu) e lett. vv), affidate anche tramite finanza di progetto ex art. 183;

b) concessione di lavori e concessione di servizi ex ar 180, affidate anche tramite finanza di progetto ex art. 183;

c) contratto di disponibilità ex art. 3, c. 1, lett. hhh);

d) locazione finanziaria ex 3, c. 1, lett. ggg);

e) contratto atipico di PPP ex art. 3, c.1, lett. eee).

 

Le Imprese destinatarie del finanziamento devono:

  • avere sede legale e/o operativa in Lombardia o comunque impegnarsi a costituire una sede operativa in Lombardia entro e non oltre la prima erogazione del finanziamento;
  • essere iscritte nel Registro imprese (o registro equipollente per le imprese estere) da almeno 24 mesi antecedenti alla data di richiesta del finanziamento;
  • non trovarsi in stato di insolvenza, di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo o non essere oggetto di procedure per la dichiarazione di una delle suddette condizioni.

 

Ciascun finanziamento sarà concesso secondo termini e condizioni stabiliti a seguito di apposita istruttoria economico-finanziaria. In funzione delle caratteristiche di ciascun Progetto e/o del merito di credito del Soggetto richiedente, il finanziamento potrà essere concesso su basi di Project finance o Corporate finance. Per Project finance si intende il finanziamento in cui la garanzia principale per i Soggetti finanziatori è rappresentata dai flussi di cassa del Progetto e dagli asset della Società di progetto appositamente costituita, senza possibilità di rivalsa da parte dei Soggetti finanziatori sul patrimonio dei soci della Società di progetto (Project finance su basi no recourse) o con rivalsa limitata sul patrimonio dei soci della Società di Progetto (Project finance limited recourse). Per Corporate finance invece ci si riferisce al finanziamento in cui la garanzia per i Soggetti finanziatori, ove richiesta, è rappresentata, inter alia, dal patrimonio del Soggetto beneficiario.

A supporto del finanziamento, in funzione delle caratteristiche di ciascun Progetto e/o del Soggetto richiedente, potranno essere richieste idonee garanzie di natura reale o personale (iviinclusoilFondoCentralediGaranziae altreformedigaranziapubblicaper lequalinonsiaprevistoildivietodicumulo).Legaranzierealichepotrannoessererichieste principalmente sonoditipoimmobiliare.

Le linee di credito concesse possono riguardare:

  • finanziamento di parte dei costi di Progetto;
  • in caso di Project finance la copertura del fabbisogno finanziario connesso al credito IVA;
  • in caso di Project finance, altre linee di credito individuate in base alla specificità del Progetto.

L’importo delle singole linee di credito sarà determinato in funzione delle caratteristiche del Progetto con un importo minimo di 1 milione di euro.

L’importo massimo concedibile da Finlombarda è previsto in 24 milioni di euro, superabili in ragione di particolari caratteristiche del Progetto.

 

Il periodo di preammortamento e il tasso di interesse saranno definiti in funzione delle caratteristiche del Progetto e del merito creditizio del richiedente.

Non è previsto un termine di scadenza delle richieste di finanziamento in quanto questi saranno concessi fino ad esaurimento del Plafond.

Le domande devono essere inoltrate esclusivamente tramite PEC all’indirizzo creditoppp@pec.finlombarda.it utilizzando la modulistica disponibile sul sito www.finlombarda.it.

 


Referenti

Questo contenuto è riservato agli iscritti ad Assimpredil Ance. Se sei iscritto ad Assimpredil Ance, accedi. Se ancora non lo sei, scopri come fare.